151 Miglia – Trofeo Cetilar 2018: l’edizione dei record

Pubblicato: 01 Giugno 2018 12:39

Erano passate da poco le quattro del pomeriggio di ieri, quando la flotta della 151 Miglia – Trofeo Cetilar ha finalmente dato vita alla nona edizione della regata organizzata da un Comitato formato dallo YC Punta Ala, YC Repubblica Marinara di Pisa e YC Livorno, con la collaborazione del Porto di Pisa, Marina di Punta Ala e dei partner PharmaNutra, SLAM, Rigoni di Asiago e Acqua dell’Elba.

 

Ben 196 le barche, sulle 218 inizialmente iscritte, che suddivise nei raggruppamenti ORC International e IRC, dopo la partenza hanno girato una boa di disimpegno posta al vento, per poi sfilare davanti a Marina di Pisa (con in palio il Trofeo Porto di Pisa riservato al primo, vinto dal Maxi Vera di Miguel Galluccio) e puntare la prua verso l’isolotto della Giraglia. Doppiata la Giraglia, la rotta prosegue verso le Formiche di Grosseto, lasciandosi l’isola d’Elba a sinistra. Una volta passate le Formiche, l’ultimo breve sprint prima dell’arrivo posizionato davanti al Marina di Punta Ala.
Tanti i Maxi Yachts che si sono dati battaglia in mare per conquistare il Trofeo Challenge della 151 Miglia per la vittoria in tempo reale (il secondo Trofeo è per il primo della classifica ORC Overall): tra questi, il già citato Vera, SuperNikka di Roberto Lacorte, Atalanta II di Carlo Puri Negri e Pendragon di Nicola Paoleschi. 

 

Vittoria al fotofinish e un nuovo incredibile record per la 151 Miglia, stabilito proprio da Pendragon, che a bordo può contare sulla presenza illustre della Campionessa Olimpica (4 medaglie) Alessandra Sensini, attuale Vicepresidente del CONI e Direttore Tecnico Giovanile della Federazione Italiana Vela.
Oltre alla Sensini, alla 151 Miglia-Trofeo Cetilar di quest’anno si sono presentati tanti altri grandi nomi della vela, da un nutrito gruppo di giovani delle classi olimpiche agli ex eroi di Coppa America Tommaso Chieffi e Francesco de Angelis, fino alla nuova promessa degli oceani, il francese Ian Lipinski, vincitore delle ultime due edizioni della Mini Transat. Un vero parterre de roi, che conferma come la 151 Miglia-Trofeo Cetilar sia la regata d’altura più importante e seguita del momento.

 

 

Tra le numerose barche partecipanti, anche il Baltic 78 Lupa of the Sea di Fabio Cannavale, con a bordo una troupe della trasmissione Rai Linea Blu, capeggiata dal conduttore Fabio Gallo, che realizzerà una puntata sulla 151 Miglia vissuta “on board”. Una regata che anche gli appassionati da casa possono seguire live sul web grazie al sistema di tracciamento satellitare della YB Tracking e grazie alle info in tempo reale presenti sulla APP della 151 Miglia, scaricabile gratuitamente e disponibile per dispositivi IOS e Android.