Riconosciuti nuovi ambiti di applicazione per il Ferro Sucrosomiale

Pubblicato: 10 Dicembre 2018 10:24

La tecnologia brevettata dal Gruppo PharmaNutra raccoglie ulteriori attestazioni da parte della comunità scientifica. Confermata l’efficacia anche nei casi di carenza di ferro nelle malattie infiammatorie croniche intestinali.

 

 

PharmaNutra S.p.A. comunica nuovi importanti risultati e applicazioni per la Tecnologia Sucrosomiale®, il brevetto che ha permesso al Gruppo di guadagnare una posizione di leadership nella produzione di complementi nutrizionali a base di ferro.

 

È stato, infatti, pubblicato sulla rivista ufficiale della Società Italiana di Medicina Interna “Internal and Emergency Medicine Journal”, lo studio condotto dal gruppo del Prof. Antonello Pietrangelo, Gastroenterologo e Professore Ordinario di Medicina Interna del Policlinico di Modena, dal titolo: “Safety and efficacy of sucrosomial iron in inflammatory bowel disease patients with iron deficiency anemia” .

 

Si tratta del primo full paper sulle IBD (Inflammatory Bowel Disease), ovvero le malattie infiammatorie croniche intestinali, in cui si evidenzia come l’utilizzo del Ferro Sucrosomiale® si è rivelato efficace e altamente tollerato per far fronte alla carenza di ferro , frequente complicanza delle IBD. L’impiego del Ferro Sucrosomiale®, supplementato per 12 settimane su una popolazione di 30 soggetti con diagnosi confermata di malattia di Crohn o di rettocolite ulcerosa cui si associava una ferrocarenza moderata, ha decisamente migliorato i valori di emoglobina (per l’86% dei casi). Inoltre, si è evidenziato come i soggetti abbiano mostrato un miglioramento del decorso della malattia intestinale nel periodo di osservazione.

 

Questo studio certifica, quindi, la valenza del Ferro Sucrosomiale® in un ambito come quello della sideropenia in caso di IBD. Le IBD rappresentano una patologia in costante incremento negli ultimi anni, tanto che solo in Italia, secondo la società scientifica IG-IBD (Gruppo italiano per le malattie croniche intestinali), si stimano tra le 200-250 mila persone affette da malattie infiammatorie intestinali.

 

Germano Tarantino, Direttore Scientifico di PharmaNutra, commenta: “Questo studio conferma e amplia il campo di applicazione del Ferro Sucrosomiale® anche in soggetti con deficit di ferro correlato alle malattie infiammatorie croniche intestinali, oggi sempre più frequenti. Si dimostra, quindi, come la Tecnologia Sucrosomiale® sviluppata e brevetta dal Gruppo PharmaNutra sia sempre più riconosciuta dalla comunità scientifica per la sua efficacia e alta tollerabilità, risultando molto utile in tutti quei casi di carenza o ridotto apporto nutrizionale di ferro”.

 

Inoltre, dal punto di vista delle pubblicazioni scientifiche, il 2018 è stato un anno ricco di riconoscimenti per PharmaNutra, che si conclude complessivamente con 11 pubblicazioni su riviste internazionali indicizzate, di cui: 9 studi sul ferro SiderAL®, 1 studio sul magnesio (Ultramag®), che ha dimostrato l’efficacia della Tecnologia Sucrosomiale® anche quando applicata al magnesio, e 1 pubblicazione su Cetilar®, crema a base di esteri cetilati che aiuta la capacità di movimento nelle affezioni articolari su base osteoartritica.