04 Marzo 2016 |

Siena: nuova Casa Accoglienza per le mamme dei bambini prematuri

Pausa: le cose belle hanno bisogno di cura e tempo.
E cura e tempo sono alla base del nuovo spazio dedicato alle mamme dei bambini prematuri al Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena.

Il 25 febbraio scorso √® stata inaugurata la nuova Casa accoglienza¬†che dispone di tredici posti letto¬†distribuiti su sei¬†stanze doppie e¬†una singola, tutte con bagno privato.¬†Il progetto √® stato portato a termine grazie all’impegno della¬†Fondazione Danilo Nannini¬†a cui l’AOU Senese ha concesso in comodato¬†un’area interna al dipartimento Materno-Infantile di circa 300 mq,¬†che √® stata completamente ristrutturata e arredata grazie al contributo di aziende come Pharmanutra, enti di varia natura e donatori privati.

Ci sono anche una lavanderia, una tisaneria per la colazione e per piccoli pranzi, una sala televisione con stereo e piccola libreria, un archivio dove verranno conservati i registri per ospiti e volontari. Grazie a un sistema di videosorveglianza gli accessi alle camere e alla casa stessa sono controllati attraverso badge elettronici personali e non cedibili.

A Siena, nel¬†Dipartimento Materno-infantile diretto dal professor Felice Petraglia, in un anno nascono mediamente circa 1500 bambini e, grazie alla presenza di reparti di alta specializzazione di ostetricia e ginecologia, terapia intensiva neonatale, pediatria neonatale e chirurgia pediatrica, vengono seguite molte gravidanze a rischio ed effettuati parti da gestanti che arrivano a Siena in emergenza da tutta l’area sudest della Toscana, per un totale di circa 130-150 bambini nati prematuramente.