Dati IQVIA-FederSalus: SiderAL® Forte è il complemento nutrizionale più venduto in Italia

Pubblicato: 08 Gennaio 2020 09:30

Secondo gli ultimi dati di mercato ufficializzati da FederSalus cresce il mercato degli integratori alimentari in Italia e SiderAL® Forte 20 capsule risulta il complemento nutrizionale più venduto nel Paese.

 

Il nuovo anno si apre nel migliore dei modi per PharmaNutra.

Secondo gli ultimi dati di mercato* di fonte IQVIA ufficializzati da FederSalus – principale punto di riferimento per le aziende e per le organizzazioni operanti nel settore degli integratori alimentari – riferiti al mese di ottobre 2019, SiderAL® Forte 20 capsule, complemento nutrizionale a base di Ferro Sucrosomiale® e Vitamina C, risulta la referenza numero uno del mercato a valori sia MAT (Moving Annual Total, esprime le vendite effettuate nell’ultimo anno mobile) che YTD (Year To Date, ossia le vendite effettuate fino a quel momento nell’anno solare).

 

Si tratta di un risultato di assoluto rilievo, che evidenzia come i prodotti a marchio SiderAL® a base di Ferro Sucrosomiale® – un brevetto di Alesco Srl, società del Gruppo PharmaNutra – abbiano ormai conquistato importanti fette di mercato, oltre ad aver ottenuto importanti riscontri in ambito scientifico.

 

In generale, come riporta FederSalus in base ai dati di fonte IQVIA, nei primi 10 mesi del 2019, il mercato degli integratori alimentari ha riportato un trend a valore del +3,5% e un incremento dei consumi del 2% in volume. Rispetto allo stesso mese del 2018, le variazioni ad ottobre 2019 sono state +4,6% a valore e +3,3% a volume.

 

“I dati di fonte IQVIA pubblicati da FederSalus sono davvero molto positivi, ma non rappresentano una sorpresa per chi come noi ha sempre creduto nella portata rivoluzionaria della nostra Tecnologia Sucrosomiale® e dei prodotti realizzati con essa”, dichiara il Presidente di PharmaNutra S.p.A. Andrea Lacorte. “Ormai sono diversi anni che la comunità scientifica internazionale riconosce il valore del nostro brevetto attraverso studi e pubblicazioni, quindi il passaggio successivo non poteva che essere il successo sul mercato, che ormai si sta concretizzando in maniera netta”.

 

*I dati sono riferiti al totale dei canali distributivi (fonte IQVIA).