7 maggio 2014 – 7 maggio 2015 – un anno di Programma Elite: il percorso in Borsa Italiana

Pubblicato: 07 Maggio 2015 10:53

“Essere stati ammessi al Programma Elite di Borsa Italiana è un grande onore e rappresenta l’inizio di una strada che ci consentirà di prendere in considerazione la quotazione in Borsa e, quindi, l’attuazione di piani industriali che renderanno definitivamente grande la nostra azienda”.

Con queste parole 365 giorni fa i fratelli Lacorte commentavano la scelta di Borsa Italiana di includere l’azienda all’interno del Programma Elite insieme ad altre 27 aziende.

Un unico comune denominatore: ambizione e orientamento alla crescita.

A un anno esatto dalla cerimonia di apertura a Piazza Affari Pharmanutra fa i conti con il suo percorso di crescita: 12 mesi cadenzati da appuntamenti istituzionali e passi importanti per lo sviluppo dell’azienda.

Il 2014 è stato l’anno con i migliori risultati di sempre e con gli obiettivi di budget raggiunti e superati in tutte le divisioni e ad oggi Pharmanutra si colloca al 21° posto tra le aziende nutraceutiche che operano sul mercato italiano scalando ben 33 posizioni in soli 5 anni.

Il 2015 si è aperto con dei forti investimenti in Ricerca e Sviluppo e con la concessione del brevetto DoloMir (febbraio) in esclusiva per Junia Pharma a conferma dell’impegno e della qualità del lavoro di tutto il gruppo. I’area scientifica ha all’attivo 15 studi clinici conclusi di cui 12 pubblicati e 13 nuovi studi sono in corso.

Il processo di internazionalizzazione iniziato nel 2013 ha ricevuto un forte incremento in questi ultimi 12 mesi portando l’azienda ad avere 16 contratti chiusi in 38 paesi per un totale di 92 prodotti.

Espansione estera, concessione di brevetti, forti investimenti in Ricerca & Sviluppo e in tecnologie e innovazioni: un organico e un gruppo che crescono in maniera costante.

Sapevamo che sarebbe stato un anno importante. Non sapevamo ancora che saremmo potuti arrivare al 365° giorno con tutti questi traguardi raggiunti e con tanto orgoglio e soddisfazione.

 

QUI trovate il comunicato uscito dopo la cerimonia di apertura a Piazza Affari.