Celadrin MSR Corse alla 6 Ore di Roma

Published: 13 November 2014 11:10

Il team piacentino scende in pista in occasione della classica competizione endurance capitolina.

La Celadrin MSR Corse torna in pista. Dopo aver partecipato ad alcune tappe del campionato europeo V de V, il prossimo impegno sarà tutto “tricolore”: l’appuntamento è con la XXIV edizione della classica 6 Ore di Roma (nuova denominazione, dal qualche anno a questa parte, della famosa 6 Ore di Vallelunga, tracciato capitolino che ospita annualmente questa gara endurance), che si disputerà nel fine settimana del 14-16 novembre.

La 6 Ore di Roma si colloca quindi di diritto tra le più prestigiose competizioni nel panorama “racing” nazionale e a confermarlo è il livello degli equipaggi che da anni vi prendono parte. Scorrendo l’albo d’oro spiccano infatti subito i nomi di Dindo Capello, Dieter Quester, Emanuele Pirro, Jimmy Bruni, Andrea Bertolini e Giancarlo Fisichella…

Quest’anno il format della 6 Ore introduce un’importante novità: assieme alle vetture GT e Turismo, dopo sei anni di assenza, torneranno in pista anche le Sport. Nate proprio per affrontare gare di durata, questa occasione è unica per tornare a correre in Italia in una competizione endurance dalla più longeva tradizione europea.

Una risposta, in questo senso, è subito venuta dal team Celadrin MSR Corse di Piacenza, che scenderà in pista con la Tatuus PY012 affidata al binomio Roberto LacorteGiorgio Sernagiotto, che da due anni formano un consolidato equipaggio.

Il programma si svolgerà in tre giorni, con due turni di qualifica il sabato e le prove libere già da venerdì.

Le dichiarazioni:
Massimiliano Sigalini (team manager): “siamo contenti di partecipare ad una gara di durata unica nel panorama italiano. Proseguiamo la nostra esperienza nelle gare endurance e lo facciamo in casa. Questo ci rende ancora più orgogliosi e siamo felici che i nostri supporters possano seguirci da vicino. Speriamo di essere competitivi e di non aver problemi così da poter fare una bella gara in Italia!”

Roberto Lacorte (pilota): “sicuramente la 6 Ore di Roma è diventata una classica di gran prestigio e la partecipazione dei grandi piloti e dei migliori team lo certifica. Contiamo di portare la forte esperienza nell’endurance che negli ultimi due anni ci siamo fatti in Europa per andare a Vallelunga con l’obiettivo di fare un buon lavoro.”

Giorgio Sernagiotto (pilota): “la nostra partecipazione alla 6 Ore di Roma di quest’anno va vista anche nell’ottica della prossima stagione, che potrebbe anche vedere un nostro coinvolgimento in ambito tricolore. Il nostro obiettivo più a lungo termine, quello mio e di Roberto Lacorte, rimane sempre e comunque avvicinarci passo dopo passo alla 24 Ore di Le Mans, sempre al culmine del nostro comune progetto”.

Semaforo verde domenica alle ore 09:45.